Como, proteste contro il mafioso Dell’Utri

Antimafia TV

(30/08/2010)
Fuori la mafia dallo Stato”. A Como Dell’Utri contestato, abbandona il palco.
Il senatore azzurro era ospite del Parolario. Il suo intervento doveva ruotare attorno ai presunti diari di Mussolini.
Gran pieno di pubblico, dentro e fuori il tendone nel centro di Como dove Marcello Dell’Utri avrebbe dovuto parlare dei suoi, probabilmente falsi, diari del Duce. Erano tutti lì per lui. Ma non tutti per ascoltarlo.
Alcuni, giovanissimi, erano arrivati perché avevano visto su Facebook il gruppo “No a Dell’Utri a ParoLario”. Massimo e i suoi amici avevano mandato una pioggia di email e avevano autoprodotto un po’ di volantini, piccolissimi, su cui era riportata la parte finale della condanna a Dell’Utri in appello, a sette anni per “concorso nelle attività dell’associazione di tipo mafioso denominata Cosa nostra”.
Armando Torno, giornalista, saggista e amico del senatore Pdl, ha preso la parola in perfetto orario. Ma quando ha passato la parola, è partito il primo intervento non programmato dal pubblico: “Ma vi sembra giusto aver invitato qui un condannato in appello a sette anni per mafia?”. Si scatena un applauso e poi cori, slogan, canti che si fermeranno solo mezz’ora più tardi, quando Dell’Utri, sconfitto, scende dal palco e se ne va.
Como "parolario" Dell'Utri contestazione - diari Mussolini
Doveva essere uno dei tanti incontri di fine estate in riva al lago di Como, organizzato dall’associazione “ParoLario”. Invece si è tramutato in una clamorosa sconfitta per il senatore. Subito sette ragazzi del gruppo Facebook si sono schierati: avevano indossato magliette bianche su cui avevano scritto, con il nastro adesivo nero, una sola lettera dell’alfabeto. Ma visti insieme, componevano una parola: Mafioso.
Fermàti e identificati, insieme a un amico colpevole di avere indosso una maglietta rossa.
Un altro gruppo di ragazzi stende il suo striscione: Marcello, baciamo le mani.
Un ragazzo intanto si è fatto sotto il palco sventolando un libro che voleva regalare al senatore:
Dossier Mangano
 (Kaos editore). L’Anpi (l’associazione nazionale partigiani) di Como distribuiva un volantino in cui criticava la scelta di “aver invitato un condannato per mafia, noto per le sue numerose dichiarazioni a sostegno del fascismo e di Mussolini”.

IL SENATORE MARCELLO DELL'UTRI LASCIA LA FIERA DEL LIBRO PAROLARIO SCORTATO DALLA POLIZIA E CONTESTATO DA NUMEROSE PERSONE. IL SENATORE AVREBBE DOVUTO LEGGERE ALCUNE PAGINE DEI DIARI DI MUSSOLINI IN SUO POSSESSO E CHE PROSSIMAMENTE SARANNO EDITI DA BOMPIANI
Il locale Comitato per la difesa della Costituzione, invece, nel suo volantino non lo nominava neppure, Dell’Utri, ma faceva un elenco dei morti ammazzati, da Giorgio Ambrosoli a Carlo Alberto Dalla Chiesa, contrapposti al mafioso Vittorio Mangano, sotto il titoloFelice il popolo che non ha bisogno di eroi”. Qualcuno di Rifondazione comunista fa partire il coro: “Bella ciao”, che unisce giovani e vecchi, antimafiosi e antifascisti.
Stupiti loro stessi di essere così tanti. Rigorosi ma pacifici. Nessun gruppo organizzato da catalogare come “estremisti dei centri sociali”, solo ragazze e ragazzi in t-shirt e canottierina, o cittadini più maturi, sorridenti e felici, per questo pomeriggio di sole in riva al lago di Como.

Da Il Fatto Quotidiano del 31 agosto 2010
http://www.ilfattoquotidiano.it/

* Facebook, iscrivetevi al canale:
http://www.facebook.com/pages/Antimafia/124643360907141

* Segui gli altri video su Youtube Antimafia TV

Annunci

Lodo Alfano, allo studio l’estensione dello scudo per il presidente del Consiglio

Lodo Alfano, allo studio l’ Estensione dello scudo per Il Presidente del Consiglio

La proposta e contenuta nel parere che la la commissione Giustizia del Senato darà agli Affari costituzionali

Berselli: «ingiusto un diverso trattamento ingiusto rispetto al capo dello stato»


MILANO – In arrivo modifiche per il Lodo Alfano: L’ idea e di estendere ulteriormente lo scudo per il premier che prevedendo che la sospensione possa valere anche per i processi cominciati prima dell’assunzione della carica. Il Pdl vorrebbe estenderla al presidente del Consiglio e ai ministri, mentre nel testo attuale vale solo per il capo dello Stato . La proposta ècontenuta nel parere sul Lodo che la la commissione Giustizia del Senato , presieduta da Filippo Berselli, dovrebbe consegnare giovedì a quella degli Affari costituzionali .
« Del resto – spiega Berselli che ha messo a punto il parere – sarebbe stato un diverso trattamento tra il capo dello Stato e Il presidente del Consiglio e non sarebbe stato giusto.
Così la proposta è quella di uniformare il trattamento riservato al presidente della Repubblica, anche al premier e ai ministri ” » .

« ERRORE NEL TESTO » – Nel testo attuale si prefede che lo scudo possa valere nei confronti del presidente della Repubblica, « anche in relazione uno a fatti antecedenti all’assunzione della carica » . « Ma questa formulazione, per un errore di chi ha messo a punto il testo – sottolinea Berselli – , non era stata estesa al presidente del Consiglio e ai ministri “» . «E ora – sottolinea – nel parere che stiamo per presentare cerchiamo di ovviare a questa disparità di trattamento » . Se il parere della commissione Giustizia verrà accolto lo scudo per Il premier e per i ministri si potrebbe estendere ulteriormente e la sospensione scatterebbe anche per i processi cominciati prima dell’assunzione dell’incarico. « Proponiamo di introdurre altre modifiche , come quelle che riguarda la sostituzione del termine ” procedimento “con” processo “. Ma tutti gli altri rilievi sono più che altro di carattere tecnico »
ha concluso Berselli .

PD: SCONCERTANTE DECISIONE«La decisione di modificare Il Lodo Alfano per estendere ulteriormente lo scudo al presidente del Consiglio e ai ministri è davvero sconcertante » : questo il commento del capogruppo del Pd in Commissione Giustizia della Camera Donatella Ferranti . « Questa decisione – aggiunge – dimostra qualora ce ne Fosse stato bisogno, che non si tratta di un provvedimento con nobili intenzioni. Ripeto, è tutto molto sconcertante» (Ansa)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: